Acquistucci Cristina

Categoria: Pittrice

Soggetti : Figure,nudi, ritratti, radici

Tecniche : olio, acrilico, tecniche miste a rilievo scultoreo

Formazione: Accademia Belle Arti di Venezia, master in restauro di affreschi e materiali lapidei

Studio: Treviso

Contatti: Tel.338 1469220 email: info@cristinaacquistucci.it web: www.cristinaacquistucci.it / www.studioacquistucci.it

Biografia:
L’artista trevigiana Cristina Acquistucci si è laureata all’Accademia delle Belle Arti di Venezia con il titolo di scenografa, lavorando in teatri italiani ed esteri.
Da qui si è spostata agli ambienti più contenuti e fruibili del privato e lavora da diversi anni come decoratrice d’interni ed esterni, forte di cultura e tradizioni del passato e protesa al linguaggio contemporaneo.
Ha collaborato parallelamente con gallerie d’arte e antiquari come restauratrice di dipinti antichi e moderni.
Ha partecipato a corsi di feng-shui, antica filosofia orientale su concezioni energetiche di spazi e colori, a cui si ispira per progettare i complementi d’arredo o le pitture murali curando l’armonia cromatica e formale, dando così la giusta valenza agli spazi che interagiscono col fruitore.
Ha conseguito il Master in “Collaboratore restauratore per i Beni Culturali” specializzandosi in restauro di affreschi e materiali lapidei, competenze che la rendono figura completa nell’approccio ad un’ Opera artistica.
La sua ricerca espressiva si manifesta soprattuttoì nella produzione pittorica.
Pittrice emergente, ha iniziato a produrre ed esporre dal 2011 in spazi espositivi di particolare rilievo in Veneto, Lombardia, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna.

Esposizioni:
VILLA GUIDINI Rassegna d’arte contemporanea Zero Branco (TV), Aprile 2011
CA’ DEI CARRARESI “Trasfigurazioni” Treviso, Giugno 2011
FESTIVAL della COMUNICAZIONE BLOB 2.0 Treviso, Settembre 2011
CA’ DEI CARRARESI Rassegna d’arte contemporanea Treviso, Settembre 2011
GALLERIA IROKO “Amare o distruggere le immagini ?” Milano, Dicembre 2011
GALLERIA AURIFONTANA Personale “Tra mente e materia” Lignano Sabbiadoro (UD), Maggio 2013
GALLERIA “ARTEIMMAGINE” Rassegna d’arte contemporanea Cremona, Luglio 2013
PALAZZO DELLA ROSA PRATI “Invito al collezionismo” in occasione del Festival Verdiano Parma, Ottobre 2013
SPAZIO “SOLOQUI” Collettiva –Campi Visivi-. Performance video, pittura e danza -RADICI- Zero Branco di Treviso, Maggio 2014
CHIOSTRO CHIESA SAN FRANCESCO Personale di pittura –Le radici dell’Essenza- Treviso, Giugno 2014
CAFFETTERIA PORTOBELLO Personale di pittura Silea, TV, Novembre-Dicembre 2014
TEATRO CAPOVOLTO Personale di pittura Carbonera, TV, Gennaio-Febbraio 2015
PALAZZO SCOTTI “Oggi è Donna” Rassegna d’arte per la festa della donna con Associazione artisti trevigiani
Treviso, Marzo 2015
PIAZZA POLA COME MONT MARTRE Collettiva Associazione artisti trevigiani Treviso, Marzo 2015-09-29
OSPEDALE CA’ FONCELLO TREVISO Collettiva Associazioni Artisti Trevigiani Treviso, Dicembre 2015-Febbraio 2016

Critiche:
La ricerca stilistica parte dal fascino dell’elemento naturale in sé stesso e sfocia in connotazioni simboliche. Le radici diventano significanti e significati in una dicotomia in cui convivono origine vitale, crescita, evoluzione, perfezione della natura ed allo stesso tempo forza costrittiva, distruttiva, fissità strutturata in un caos apparente. Ogni radice è affascinante nella sua casualità; nel suo lungo e individuale percorso rappresenta un vissuto di spinta ancestrale alla vita e adattamento alle circostanze esterne, una lettura che ben rappresenta il percorso di vita di ogni essere vivente.
Le radici sono espressione di solitudine se prese una per una, di unione e lotta per lo stesso fine se considerate nell’insieme, possono diventare tenaci arpioni, intrichi e legami difficili da sciogliere. Esse affiorano a sprazzi dal terreno ma è nell’invisibile che lavorano, mutano, crescono emergono e sprofondano tra luce ed oscurità.
Le Opere pittoriche nascono da questi concetti rimandandoli alla complessità nascosta della psiche e dell’animo umani, le trame di radici diventano i condizionamenti, i vincoli sociali, le paure che ognuno porta dentro di sé (nel bene e nel male), ma anche le origini di una vita da cui si è tratto la linfa per crescere ed evolvere, le proprie sicurezze. A questo punto l’osservazione diventa introspezione e l’opera una catarsi di un sentire conflittuale.
Nei temi figurativi il soggetto emblematico è quello femminile nella sua fragilità e complessità, messo a nudo nell’essenza del desiderio di rinascita, attraverso il quale si intuisce il senso del Divino. Quella dolce, acuta e magica femminilità che in tanti secoli di storia ha dovuto lottare più del sesso opposto per rimanere integra e trovare il giusto posto e il giusto merito in una qualsivoglia società.

“L’artista tiene anche corsi di pittura diurni e serali per adulti (principianti e non) presso il suo “Studio-Spazio d’Arte AC” a Ponzano V.to (TV).”

 

Print Friendly, PDF & Email

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalita' illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o alcuni cookies, consulta la pagina Privacy. Cliccando sul pulsante, continuando la navigazione o scorrendo la pagina, acconsenti all'uso dei cookies. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close